Gestire efficacemente computer, programmi e applicazioni

Tel. 06.50.91.42.91 Mob. 334.29.74.819
Email: giorgio.carrozzini@gmail.com

Apprendimento per serendipity

Scritto da 

Una parola di recente utilizzo, che va ad indicare una “felice casualità” una “piacevole sorpresa”,  una “accidentalità positiva”.
Nel glossario ragionato di Adriano D Vita “E-learning: parole e concetti” (Franco Angeli 2004) leggiamo una bellissima definizione di apprendimento per serendipity.

Si tratta di una forma di apprendimento per casualità positive. Spesso per coloro che navigano molto in Internet questa eventualità è molto alta tuttavia rischia di produrre una conoscenza meno strutturata. E' un tipo di apprendimento sicuramente più utile in contesti creativi.

Qui siamo nell'apoteosi del “pensiero debole” e anche l'apprendimento non deve più seguire  rigide regole di comportamento.
Quello che si suggerisce è di non mitizzare le possibilità dell'Apprendimento per Serendipity ma di alternare questo con una più metodica formazione.

METODO:

  • Una volta a settimana programmate qualche ora di apprendimento per serendipity, Questo farà parte delle vostra formazione, del vostro aggiornamento.
  • Partite da un motore di ricerca tentando di approfondire un argomento di vostro interesse, cercate una parola o una combinazione di parole che vi incuriosiscono. Potete partire da una cosa qualsiasi ma che rientri nella vostra sfera di interesse.
  • Nell'elenco dei risultati che vi vengono proposti dal motore di ricerca (SERP – Serch Engine Result Page) saltate le prime 15-20 pagine e cominciate a sfogliare le pagine successive.
  • Aprite il sito che più stimola la vostra curiosità. Ricordate che la vostra ricerca anche se vuole sfruttare la casualità sarà sempre e comunque guidata da una componente teleologica ovvero troverete comunque qualcosa che in una qualche misura stavate cercando. D'altra parte non costituirebbe un'accidentalità positiva trovare una cosa che non vi serve.
  • Quando avete aperto un sito web di vostro interesse e avete esaurito la curiosità verso le informazioni disponibili andate nella pagina dei collegamenti condivisi (se presente). Continuate la navigazione in modo istintivo. Vi porterà sicuramente verso un risultato di qualche tipo, spesso stupefacente.
  • Tornate al motore di ricerca, cercate nuovamente e questa volta cliccate a caso. Se avete fortuna troverete qualcosa di positivo.
  • Ricordatevi di salvare i collegamenti interessanti.
  • Prendete appunti.
Letto 2739 volte Ultima modifica il Sabato, 02 Dicembre 2017 16:08
Giorgio Carrozzini

E' nato a Roma nel 1972, dopo un lungo e burrascoso percorso formativo scopre il suo interesse profondo per l’informatica. Lavora presso il Zurigo Assicurazione come consulente telefonico seguendo tutto il percorso produttivo delle polizze auto.
Lavora presso BNL Direct Services come exevutive in monitoraggio e reporting sviluppando sempre più approfondite capacità di gestione dei mezzi informatici.
Dopo numerose ed interessanti esperienze lavorative trova la sua vera vocazione come consulente libero professionista in competenze ICT.
Realizza siti internet e organizza corsi di formazione per giovani e adulti in materia di prima alfabetizzazione informatica.

 

Sito web: www.creazione-siti-joomla.com/