Gestire efficacemente computer, programmi e applicazioni

Tel. 06.50.91.42.91 Mob. 334.29.74.819
Email: giorgio.carrozzini@gmail.com

Come è fatto un computer

Scritto da 

Non rendiamo le cose più complicate di quello che sono questo non è un manuale tecnico, a noi interessa capire le cose nel loro aspetto generale...

Un computer è prima di tutto una macchina quindi come tutte le macchine non prenderà mai iniziative autonomamente.

Non si accenderà durante la notte da sola per alzarsi e andare a bere un bicchiere d'acqua o vedere se c'è qualcosa da mangiare nel frigorifero. Un computer attende da noi ordini e istruzioni precise.

Un computer è provvisto di un cervello centrale essenzialmente costituito di tre parti principali: scheda madre, CPU, memorie.

Periferiche di input e output

Collegate a questo corpo principale ci sono le così dette periferiche di input e output.

La tastiera, il microfono, il mouse, il lettore ottico, la webcam, lo scanner, i tastierini numerici e touchpad sono tutte periferiche di input. Le perifeirche di input attendono informazioni dal mondo esterno (il nostro modo reale) per digitalizarle e trasferirle all'interno della memoria del computer.

Il monitor, le stampanti, i plotter, i sistemi di riproduzione audio, i videoproiettori sono invece le  cosiddette periferiche di output.

Le periferiche di output invece sono periferiche ce servono a portare informazioni elaborate dalla macchina verso il mondo esterno (suoni, immagini, calcoli, ecc...).

Esistono poi delle periferiche che possono essere usate in modo ambiguo, ossia dei dispositivi ibridi input-output: i modem, i router, i touch-screen.

Infine esistono dei dispositivi di stoccaggio dati che servono per archiviare appunto i dati: sono le pendrive; le memorie solide, le RAM.

Se paragoniamo il numero di possibilità di input contro quelle di output sembrerebbe che il computer possa incamerare più informazioni dalla realtà rispetto a quanto possa influire su di essa. Un computer ancora non può alzare un bicchiere o dipingere una parete.

Collegando il computer con un termostato e con il sistema di riscaldamento domestico si può gestire la temperatura di un appartamento, oppure aprire le persiane di casa, regolare la luminosità di una stanza. Siamo però ancora lontani dal vedere diffuse queste tecnologie perché di massima usiamo ancora i computer per svolgere operazioni di base.

Cosa dobbiamo capire di come è fatto esattamente un computer?

Che in modo del tutto generale un computer aspetta istruzioni e che se lasciato acceso in una stanza non prenderà alcuna iniziativa autonoma con nessuna delle sue periferiche.

In conclusione, un computer, seppur provvisto di un programma, non farà mai nulla che non gli sia stato preventivamente ordinato o programmato di fare.

Letto 2768 volte Ultima modifica il Sabato, 02 Dicembre 2017 16:03
Giorgio Carrozzini

E' nato a Roma nel 1972, dopo un lungo e burrascoso percorso formativo scopre il suo interesse profondo per l’informatica. Lavora presso il Zurigo Assicurazione come consulente telefonico seguendo tutto il percorso produttivo delle polizze auto.
Lavora presso BNL Direct Services come exevutive in monitoraggio e reporting sviluppando sempre più approfondite capacità di gestione dei mezzi informatici.
Dopo numerose ed interessanti esperienze lavorative trova la sua vera vocazione come consulente libero professionista in competenze ICT.
Realizza siti internet e organizza corsi di formazione per giovani e adulti in materia di prima alfabetizzazione informatica.

 

Sito web: www.creazione-siti-joomla.com/