Gestire efficacemente computer, programmi e applicazioni

Tel. 06.50.91.42.91 Mob. 334.29.74.819
Email: giorgio.carrozzini@gmail.com

Obiettivo: usare l'informatica con profitto

Scritto da 

Questo manuale vuole essere un mezzo semplice per:

Imparare a conoscere il lavoro al computer valutando aspetti positivi e negativi;

Aiutarvi ad integrare le tecnologie informatiche nella vostra vita quotidiana;

Stimolarvi ad utilizzare i computer con profitto otte-nendo risultati concreti e tangibili.

Se avete un computer in casa o in ufficio e non lo avete ancora sfruttato appieno o peggio se non ne avete ancora compreso la vera utilità, questo libro vi aiuterà a conoscere più da vicino gran parte delle possibilità che avete davanti.
Se nella vostra attività lavorativa e professionale avete intuito che per voi è ormai indispensabile utilizzare un computer e sentite di non poterne più fare a meno questo libro vi farà capire che può essere molto più utile di quanto non abbiate mai immaginato.

Un computer o, considerato in modo più ampio, tutte le tecnologie informatiche possono risolvere problemi pratici, reali, darvi uno strumento aggiuntivo con il quale intervenire sul mondo e sulla realtà.
Pensare che i computer siano dotazione esclusiva di ingegneri, economisti, ricercatori o scienziati di ogni genere è la peggiore delle superstizioni culturali del nostro tempo.
I computer, l'informatica e le comunicazioni tecnologicamente avanzate fanno parte della nostra realtà attuale. Tuttavia, nonostante queste rappresentino l'apice dello sviluppo della conoscenza umana, “la tecnologia come estensione del corpo”, non dobbiamo cadere nell'errore di pensare che la tecnologia costituisca una verità assoluta per la nostra crescita e il nostro sviluppo intellettuale e culturale.

L’informatica è solo una postproduzione della conoscenza umana. Se il nostro pensiero è confuso l’informatica non servirà a nulla. Tutt’altro non farà che aggravare le nostre ansie e la nostra visione disordinata del mondo.

Prima di metterci al lavoro su un computer dovremo prima di tutto ordinare il nostro pensiero.

Uno sforzo di apprendimento va fatto a prescindere dalla tecnologia stessa. Avvicinarsi ai computer rientra in una necessità di adattamento, aiuta ad adeguarsi ai tempi, è utile per la formazione professionale, per lo studio, per la vita quotidiana, è un impegno irrinunciabile e va gestito con intelligenza e con la volontà di trarne vantaggio.
Ho avuto la possibilità di lavorare in piccole, medie e grandi imprese del mondo produttivo italiano. Nella maggioranza delle occasioni ho scoperto che i computer invece di agevolare il lavoro semplificando procedure e produttività, finivano per condizionare pesantemente la qualità del lavoro stesso, la struttura dei processi produttivi e i metodi lavorativi dei singoli individui.

Nella realtà italiana il computer non è ancora entrato a pieno titolo come “strumento utile” negli ambienti di lavoro, il computer non è ancora considerato al pari di una chiave inglese, un blocco appunti o un telefono.

Nella coscienza collettiva è piuttosto considerato un mezzo problematico ancora di difficile gestione, per il quale sembra sia necessario essere degli esperti per poterne fare uso.

L'esperto di computer è ancora considerato un guru, un mago se non addirittura uno sciamano terapeuta...
Trovo strano che durante i colloqui di lavoro venga ancora chiesto ai candidati se siano in grado di utilizzare un computer e fino a che punto arrivano queste capacità.
Perché, allora, non chiedere se siamo in grado di leggere o di scrivere?
Usare un computer dovrebbe essere ormai un'attitudine scontata, eppure finiamo per doverlo dichiarare come fosse una capacità per pochi privilegiati.
Lo scopo di questo testo non è quello di farvi diventare dei maghi del computer, dei programmatori di linguaggi complessi, o degli hacker misteriosi.
Lo scopo di questo testo è farvi toccare con mano che i computer sono a portata di mano.
Se il problema principalmente diffuso è quello di non riuscire ad utilizzare tutte le potenzialità di un computer allora il mio intento sarà semplicemente quello di risolvere questo problema.
Questo testo vuole fornire un metodo concreto per aiutarvi ad affrontare efficacemente l'informatica rivelando quanto questa sia semplice da usare.
Tutto questo tentando di farvi raggiungere i risultati e gli obiettivi che vi siete prefissati.

Nello svolgere la mia professione di webmaster ho scoperto che non era più sufficiente conoscere un linguaggio di programmazione o un pacchetto di software per la produzione.
Quello che conta oggi è l'atteggiamento con il quale ci disponiamo verso l'uso delle tecnologie.  Non dovremmo mai cadere nell’errore di pensare che queste tecnologie siano le ultime e definitive soluzioni dei nostri problemi. Tecnologie, informatica, computer… fanno contemporaneamente parte del “problema” e della “soluzione” del mondo e del contesto nel quale siamo costretti a vivere.
In un mondo fortemente competitivo, dinamico, veloce non possiamo più ignorare l'uso corretto di mezzi informatici.
In questo manuale troverete delle informazioni che a volte vi sembreranno distanti dal mondo dell'informatica. Non le sottovalutatele: l'uso corretto o addirittura produttivo del computer esige dei comportamenti ben precisi.
Alternativamente vi troverete dispersi in un mondo troppo grande da gestire, pieno di pericoli, di difficoltà dalle quali finireste per uscirne delusi se non addirittura spaventati e/o sconfitti.
Per evitare di finire smarriti nel grande mare dell'informatica dovete aver fiducia che questi consigli vi porteranno a realizzare i vostri obiettivi.

Storia di un informatico

La mia storia è questa: voglio raccontarvi come ogni volta ho dovuto ricominciare daccapo, imparando un nuovo linguaggio, un nuovo software, capire un nuovo hardware e che quello che mi ha maggiormente aiutato da un lato ha poco a che vedere con la tecnologia dall'altro invece è arrivato proprio dall'informatica.  Voglio raccontarvi come sono stato costretto a dare forma e sostanza alle mie attitudini.
Vero è che il profondo e istintivo desiderio di imparare e di impadronirmi degli strumenti informatici ha giocato un ruolo fondamentale. Vero è che ho impiegato troppi anni per prendere consapevolezza delle possibilità e delle mie abilità. E' anche vero che alla fine ho saputo dominare bene il mezzo e canalizzare i miei sforzi verso obiettivi ben precisi.
In questo libro troverete dei consigli che probabilmente avrete già sentito o trovato isolatamente da altre parti; sono nozioni di consapevolezza comune. Questo libro non vuole essere collettore di nozioni troppo “tecniche” o “specialistiche” ma proporre un metodo complessivo.
Questo libro è esso stesso un metodo: infatti già leggerlo per intero, dall'inizio alla fine, vi darà la sensazione di riuscire a ripensare l'informatica con un diverso ordine mentale. E’ un percorso mentale che diventa formativo se si ha la pazienza di seguirlo, di visualizzarlo, di immagazzinarlo e anche di metterlo in pratica.
Nella logica dello sviluppo delle reti neurali, dove la conoscenza si sviluppa attraverso l'abitudine ad affrontare determinati problemi quello che si vuole fare con questo libro è dare un impulso a sviluppare precise aree del cervello organizzando il vostro pensiero, allenando la mente ad utilizzare mezzi con costanza metodica, imparando ad organizzare il vostro mondo pratico.
La rete neurale che si svilupperà nella vostra mente sarà la vostra strategie intrinseca, il vostro metodo quotidiano con il quale alla fine andrete ad affrontare i problemi pratici della vita lavorativa ed anche privata.
Gestire il nostro “pensiero” affidandoci ad un insieme di regole può essere il nostro miglior progetto, valido in tutti gli ambiti del nostro agire; questo atteggiamento può aiutarci allo stesso tempo ad essere produttivi e creativi perché solo quando si conoscono le regole del gioco possiamo davvero sentirci liberi...

Letto 2871 volte Ultima modifica il Sabato, 02 Dicembre 2017 15:45
Giorgio Carrozzini

E' nato a Roma nel 1972, dopo un lungo e burrascoso percorso formativo scopre il suo interesse profondo per l’informatica. Lavora presso il Zurigo Assicurazione come consulente telefonico seguendo tutto il percorso produttivo delle polizze auto.
Lavora presso BNL Direct Services come exevutive in monitoraggio e reporting sviluppando sempre più approfondite capacità di gestione dei mezzi informatici.
Dopo numerose ed interessanti esperienze lavorative trova la sua vera vocazione come consulente libero professionista in competenze ICT.
Realizza siti internet e organizza corsi di formazione per giovani e adulti in materia di prima alfabetizzazione informatica.

 

Sito web: www.creazione-siti-joomla.com/
Altro in questa categoria: Strategia: educare la propria mente »