Gestire efficacemente computer, programmi e applicazioni

Tel. 06.50.91.42.91 Mob. 334.29.74.819
Email: giorgio.carrozzini@gmail.com

Strategia: educare la propria mente

Scritto da 

Tutti gli informatici vi possono insegnare ad utilizzare un software. Esistono perfino delle guide per “negati” anche se negati non siete... vanno benissimo. Ne ho comprate molte anche io ma nessuna di queste mi ha illuminato veramente la strada.

Fotolia 40904366 Subscription Monthly XXL

Il problema vero è che già nel momento in cui dovete affrontare il lavoro con il computer tutto sembra farsi più complicato. Il problema centrale è imparare a utilizzare i mezzi informatici con profitto senza rimanerne dominati, senza finire spaesati e sapendo sempre come riuscire a superare l'ostacolo.

La strategia con la quale si deve affrontare il lavoro al computer, o anche solo per questioni personali e di svago si potrebbe riassumere in poche parole:

Non rendiamo le cose più complicate di quello che sono”.

Elasticità ed ordine mentale non sono concetti incompatibili l'un con l'altro. Solitamente l'elasticità mentale porta a sviluppare anche una capacità creativa e l'abilità alla semplificazione di concetti complessi.

Parlando con un ingegnere informatico quando ancora frequentavo l'università mi confessò che nessun ingegnere, nessun programmatore conosce alla perfezione tutti i linguaggi di programmazione.

Quello che conta non è imparare le infinite regole dell'informatica ma imparare ad acquisire nuove informazioni, nuove regole, nuovi e diversi criteri logici. Anche se non possiamo imparare tutto possiamo imparare molto. Soprattutto possiamo imparare a selezionare e per questo è già necessario essere elastici.

Scoprirete che in questo metodo l'accorgimento che utilizzo continuamente è la capacità di “selezione” ovvero la necessità di arrivare rapidamente ad una “scelta”. Perché se ci fermassimo tentando di capire la migliore fra le infinite possibilità rischieremmo concretamente di non prendere mai alcuna decisione.

Imparare ad imparare non è essenziale solo per l'uso dei computer può essere un atteggiamento utile anche in altri contesti della vita in generale.

Essere elastici mentalmente consente di imparare sempre nuove concetti.

Chi sa imparare diventa più adattativo. Più specificatamente nel caso dell'utilizzo dei computer chi è capace di imparare riesce ad apprendere l'uso di un software più rapidamente.

Imparare ad imparare per essere anche più recettivi, sensibili alle stimolazioni.

Quindi: formazione continua è un “must do” che vi dovete imporre. Con l'informatica questo è ancora più vero. Nell'arco di pochi anni l'informatica è capace di cambiare radicalmente ed è necessario, in alcuni casi ricominciare ad imparare da zero.

Anche con un computer, anzi maggiormente con un computer, è necessario risolvere i propri problemi eseguendo una sequenza ordinata di operazioni.

L'ordine mentale è strumentale all'attività pratica del lavoro.

Quello che troverete si seguito è un metodo ordinato per gestire le problematiche lavorative al computer passo dopo passo.

Imponetevi di utilizzare mezzi semplici nel modo più diretto possibile. Sfruttare programmi semplici è prima di tutto un modo per arrivare velocemente all'obiettivo che ci siamo prefissi.

Uso spesso la seguente metafora: il mondo può essere organizzato a scatole concentriche.

Alcune informazioni sono anche collegabili fra loro in maniera “ipertestuale” ma se prima non siamo in grado di concepire un'organizzazione a "scatole concentriche” della nostra conoscenza non saremo in grado di capire i nessi logici fra le informazioni.

Lo ripeterò nel corso di tutto il libro: per essere produttivi è necessario essere metodici.

Il mondo è un grande crogiuolo di opportunità, ci vuole intraprendenza per raccoglierle. Mettere a frutto le occasioni di lavoro è utile (fondamentale e necessario). Saper gestire e organizzare il proprio lavoro non basta: bisogna fare il salto in avanti e passare all'azione in modo concreto per produrre il vostro tangibile valore aggiunto.

Letto 2760 volte Ultima modifica il Sabato, 02 Dicembre 2017 16:13
Giorgio Carrozzini

E' nato a Roma nel 1972, dopo un lungo e burrascoso percorso formativo scopre il suo interesse profondo per l’informatica. Lavora presso il Zurigo Assicurazione come consulente telefonico seguendo tutto il percorso produttivo delle polizze auto.
Lavora presso BNL Direct Services come exevutive in monitoraggio e reporting sviluppando sempre più approfondite capacità di gestione dei mezzi informatici.
Dopo numerose ed interessanti esperienze lavorative trova la sua vera vocazione come consulente libero professionista in competenze ICT.
Realizza siti internet e organizza corsi di formazione per giovani e adulti in materia di prima alfabetizzazione informatica.

 

Sito web: www.creazione-siti-joomla.com/