Educazione Digitale Online

Corsi di Informatica a Distanza

Postazione di lavoro ed ambiente lavorativo

Vota questo articolo
(0 Voti)
Postazione di lavoro Postazione di lavoro

Trovare il posto in cui collocare il proprio computer, perché prima di accenderlo si ha bisogno di un ripiano quantomeno orizzontale per lavorare.

Per lavorare al computer si deve aver ben presente che la cura dell'ambiente e della postazione di lavoro rappresentano una fetta consistente delle ragioni che faranno ottenere i risultati migliori. Questo vale sia per il lavoro da liberi professionisti sia per il lavoro come dipendenti.

Un ambiente piacevole e una postazione comoda non possono far altro che facilitare e rendere più sopportabili i sacrifici e le fatiche del lavoro.

E' di primaria importanza dedicare una certa cura all'ambiente in cui si decide di lavorare giacché è lì che trascorrerete gran parte del vostro tempo.

La percezione di un ambiente di lavoro non molto gradevole incide sulla nostro umore e di conseguenza sulla nostro benessere mentale e capacità produttiva. Non poter rinunciare alla qualità del vostro spazio fisico.

Trascurare l’ambiente di lavoro potrebbe avere effetti negativi sulla produttività.

Metodo: preparare l'ambiente di lavoro

  • Scegliere un ambiente luminoso, possibilmente con finestre che affacciano all'esterno;
  • Preferire muri bianchi e puliti, senza muffe screpolature o rattoppi posticci. Dipingere una stanza ha un costo davvero esiguo, con un paio di secchi di vernice bianca antimuffa si può restituire freschezza ad una stanza;
  • Evitare seminterrati umidi e pervasi dal radon;
  • Scegliere una stanza dove periodicamente possiate isolarvi, che non sia di passaggio né di uso comune;
  • Procurarsi una pianta un ficus benjamin o una kentia o una diffenbachia. Sono piante che vivono benissimo anche negli interni;
  • Procurarsi una lavagna magnetica bianca con pennarelli colorati;
  • Se si ha ancora spazio sul muro potrebbe essere utile una lavagna di sughero dove appendere Post-it® e memorandum utili;
  • Evitare di riempire le pareti con troppi quadri. Sceglierne uno o due con soggetti astratti;
  • Installare un impianto di illuminazione intensa pensando anche ai grigi giorni d' inverno.
  • Arieggiare sempre il vostro ambiente di lavoro. Non rimanere chiusi troppo a lungo in un ambiente chiuso. L'ossigeno vi serve per pensare.

Gli arredi indispensabili per l'home office e il piccolo ufficio

I mobili e l’arredamento sono parte integrante del vostro ambiente di lavoro. Incidono sulla praticità del "muoversi e produrre" e vanno curati con attenzione.

La regola migliore è sempre la stessa: essenzialità o come direbbero gli inglesi "less-is-more".

Servono pochi mobili purché siano ben concepiti. Se si ha a disposizione poco spazio fare in modo da non riempirlo eccessivamente con arredi inutili. Non esasperarsi nella ricerca estetica. Usare alternanza fra lo spazio vuoto e gli elementi di arredo è già di per se elemento di espressione estetica.

Metodo: scegliere gli arredi per l'ufficio

  • Scegliere una scrivania abbastanza ampia (120 centimetri di larghezza e non inferiore a 90 centimetri di profondità);
  • Procurarsi una lampada con braccio mobile;
  • Acquistare una poltrona comoda con schienale alto e braccioli;
  • Procurarsi una cassettiera possibilmente con dei cassetti profondi e ampi. Fare in modo che la cassettiera possa stare sotto il tavolo da lavoro;
  • Procurarsi una libreria non troppo grande. Servirà per tenere a portata di mano solo i libri di consultazione più importanti;
  • Acquistare un portapenne, meglio se di vetro chiaro, trasparente, darà una sensazione di leggerezza;
  • Procurarsi la solita cancelleria, anche se con il computer non si dovrebbe più avere bisogno di nulla (penne, gomme, buste da lettera): non si sa mai. Ma non si deve esagerare, di fatto si ha bisogno di poche cose;
  • Ricordarsi di profumare l'ambiente: è dimostrato sperimentalmente che i buoni profumi, di fiori e di frutta predispongono al buonumore.