Educazione Digitale Online

Corsi di Informatica a Distanza

Primi passi nel web: come approcciarsi al mondo online

Vota questo articolo
(0 Voti)
Primi passi nel web Primi passi nel web

Anche navigare richiede una certa pratica. L'esperienza gioca un ruolo importante nello sviluppo di questo senso pratico. Quindi vale l’imperativo prova e impara.

È importante navigare con serenità, la rete è un mare grande ed anche se nasconde qualche pericolo è importante sviluppare questa familiarità con il linguaggio del web.

Come è fatto il "web" visto da lontano

Internet è di fatto una rete fisica di “reti interconnesse” ovvero, detto con parole semplici, è l'insieme di cavi e computer collegati e comunicanti fra loro.

Il World Wide Web (o più semplicemente Web) è uno dei servizi offerti da internet. Si tratta dell'insieme di pagine di testo e immagini fra loro interconnesse da così detti link (collegamenti). Internet e web non vanno confusi: il web è solo una parte di internet.

Lo scopo primario del Web è sempre stato quello di diffondere informazione e conoscenza. Il suo successo risiede proprio nell'idea stessa di interconnessione.

Ma come appare il web al navigatore?

Anche il più esperto informatico considera il web proprio come un mare, un oceano dalle dimensioni incalcolabili. La sensazione che spesso può dare la rete è di assoluto smarrimento e perdita di orientamento.

La rete è un mondo in continua evoluzione e in continuo movimento. Nulla è fermo, nulla è fisso, nulla è per sempre.

La rete fa uso di linguaggi (segni, simboli e parole) spesso incomprensibili. Sono linguaggi in continua mutazione frutto di infinite contaminazioni. E' il linguaggio dei link, delle immagini, del modo di presentare il testo e del modo di come si fanno interagire le informazioni.

Prima di navigare: configurare il web browser o "navigatore"

Una volta scelto il browser si dovrà cercare nella barra del menu principali le “opzioni” di configurazione. In alcuni casi troverete la scritta “impostazioni” in altre “preferenze”. Cambia la parola ma il senso è lo stesso. Definire i parametri di base del funzionamento del browser.

Prima di tutto, stabilire quale sarà la “Pagina Iniziale” dalla quale si inizierà ogni volta la navigazione. (Es. http://www.google.it).

Si può scegliere se far ricordare al browser le password che vengono utilizzate più di frequente. Questo può essere un comando molto utile se avete l'abitudine di frequentare sempre gli stessi forum o gli stessi portali che richiedono la vostra autenticazione. Attenzione tuttavia se il computer viene utilizzato da più utenti questo può essere controproducente.

Personalizzare la cartella di destinazione dei download in modo da raccogliere tutti i file che vengono scaricati dalla rete nella stessa cartella. In un secondo tempo deciderete se tenerli, gettarli nel cestino o archiviarli in un disco rigido a parte.

In browser come Mozilla Firefox si possono installare componenti aggiuntivi per il blocco dei pop-up (finestre pubblicitarie che si aprono in particolari condizioni di navigazione).

Se il computer sarà utilizzato da più membri di una famiglia ricordate di personalizzate le protezioni per far navigare sicuri i bambini.

Alcuni browser come Firefox e Chrome hanno la possibilità di essere configurati nell'aspetto grafico. Non bisogna farsi incantare. La migliore versione grafica è quella che vi è stata fornita con la versione di base. Qualsiasi abbellimento grafico che sceglierete sul browser non farà altro che far perdere tempo e farà deconcentrare quando si dovrà svolgere un lavoro delicato ed importante. 

Metodo

  • Stabilire la “pagina iniziale” preferita;
  • Personalizzare il salvataggio delle password;
  • Definire la cartella dei download;
  • Installare i componenti aggiuntivi per il blocco dei pop-up indesiderati;
  • Configurare la protezione per la navigazione protetta dei bambini;
  • Evitare di personalizzare l'aspetto grafico del browser complicherà la vita.

Da dove iniziare per navigare in rete?

La navigazione può iniziare da questa pagina iniziale ma non solo. Nel browser abbiamo una riga bianca dove compaiono gli indirizzi web dei siti che navighiamo (Es. http://www.nomedelsito.com).

Conoscendo un indirizzo di questo tipo si può anche partire da quello digitando esattamente tutta la stringa. E' il caso in cui un professionista o un conoscente ci ha passato un biglietto da visita con l'indicazione del proprio sito professionale o personale suggerendoci di andare a visitarlo.

Digitando l'indirizzo e premendo invio in modo da richiamare la pagina web.

Barra dei segnalibri

Come alternativa si può partire anche dei segnalibri. Si tratta di un elenco di link conservati nella così detta “barra dei segnalibri” solitamente posta inferiormente alla “barra degli indirizzi”. Questa barra dei segnalibri (come nel caso di Mozilla Firefox) può essere personalizzata suddividendola in cartelle e sottocartelle nelle quali salvare gli indirizzi web dei nostri siti preferiti.

Immaginando di voler salvare gli indirizzi web dei diversi siti meteorologici che vengono utilizzati più di frequente. Con il tasto destro (Firefox ed Explorer) cliccando sulla barra dei segnalibri e selezionando nuova cartella, la rinominiamo ad esempio: “Meteo”.

Accanto all'indirizzo del sito web (http://...) si può trovare una piccola icona. Con il puntatore del mouse va trascinata nella cartella che si ha appena creato.

Questa operazione di salvataggio del link, apparentemente banale, serve a non dover digitare ogni volta l'indirizzo web del sito che sono interessanti e soprattutto non perdere tempo a cercarlo con un motore di ricerca.